Vai a sottomenu e altri contenuti

Abbattimento Barriere Architettoniche Edifici Privati

Il Comune in base alla L. 13/89 può intervenire a sostegno delle famiglie con componenti portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, ivi compresa la cecità' ovvero di menomazioni o limitazioni funzionali relative alla deambulazione e alla mobilità' (art. 9 comma 3 della legge 13/1989) che vivano in abitazioni con barriere architettoniche di proprietà o in affitto.

La Regione Sardegna fa richiesta ai Comuni di invio fabbisogno annuo entro il mese di marzo di ogni anno.

Il Comune mediante avviso pubblico raccoglie le istanze da parte dei cittadini e invia il fabbisogno annuo alla Regione.

L'erogazione del rimborso è condizionata alle risorse economiche che la Regione annualmente eroga in base al fabbisogno indicato dai Comuni.

Requisiti

Possono presentare istanza i cittadini in situazione di handicap certificato dall'ATS Sardegna, invalidi totali con difficoltà di deambulazione che risiedono stabilmente nella dimora ove intendono effettuare i lavori per l'abbattimento delle barriere architettoniche e non avere già effettuato e/o iniziato i lavori

Normativa

Legge 13/1989

Documenti da presentare

Istanza con allegati i seguenti documenti:

- progetto dei lavori che si andranno ad eseguire

- preventivo di spesa dei lavori e delle forniture

- se risiede in casa in affitto: dichiarazione di autorizzazione del proprietario ad eseguire i lavori o ad installare attrezzature

- certificazione attestante l'handicap

- documento d'identità in corso di validità

Termini per la presentazione

Entro i termini previsti dall'Avviso Pubblico Comunale

Incaricato

D.ssa Rosalba Abozzi

Tempi complessivi

Si procederà all'erogazione del contributo a seguito di ricevimento risorse regionali

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Istanza Abbattimento Barriere Architettoniche Edifici Privati Formato pdf 1004 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto