Vai a sottomenu e altri contenuti

Rimborso rientro salme

Il Comune in base alla L.R. 7/1991 concede sussidi per consentire il trasporto in Sardegna delle salme dei lavoratori emigrati deceduti, da non più di due anni, nella penisola o all'estero. Il sussidio copre il 75 per cento della spesa documentata per il trasporto della salma, escluse le onoranze funebri. È inoltre concesso il rimborso totale delle spese di viaggio ad un solo familiare dell'emigrato deceduto che abbia curato il trasferimento della salma.

L'istanza va presentata da parte del familiare del cittadino emigrato deceduto che si intende seppellire in Sardegna, da presentare al Comune ove l'emigrato andrà riportato.

Per usufruire di tale agevolazione, il familiare dell'emigrato deceduto deve presentare domanda al Comune di residenza il quale, dopo aver verificato la completezza e la conformità della documentazione, invia il fabbisogno in Regione. Successivamente, non appena la Regione eroga il contributo spettante, il Comune provvede a rimborsare l'utente.

Requisiti

emigrato deceduto all'estero

Normativa

L.R. 7/1991

Documenti da presentare

- Istanza

- certificato di morte dell'emigrato in originale, vistato dal Consolato Italiano se l'emigrato è deceduto all'estero

- fattura quietanzata delle spese rilasciata dalla Ditta che ha effettuato il trasporto della salma tradotta in italiano e vistata dal Consolato Italiano

- certificato da cui risulti lo stato di emigrato della persona deceduta

- biglietto di viaggio del familiare che ha curato il trasporto della salma

- dichiarazione di non avere ricevuto alcun altro contributo a rimborso delle suddette spese nè da Ente italiano nè da Ente straniero

Incaricato

D.ssa Rosalba Abozzi

Tempi complessivi

Si procederà al rimborso delle spese non appena la Regione Sardegna erogherà le somme richieste

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Istanza rientro salme Formato pdf 741 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto